Sicurezza in cucina | Gruppo Cucine Salta al contenuto principale

Sicurezza in cucina

Il verificarsi di incidenti all’interno delle nostre case, contrasta con l’idea che comunemente si ha di esse, ritenute cioè i luoghi sicuri per eccellenza. Ed è proprio da tale idea che scaturisce la difficoltà a percepire realmente i rischi ed i pericoli in esse presenti. Molto spesso tali rischi vengono sottostimati anche da parte degli adulti e gli incidenti domestici, che non risparmiano nessuna fascia d’età, sono una delle principali cause di morte per i bambini.

La cucina è l’ambiente della casa dove avviene il maggior numero degli incidenti, spesso dovuti anche all’errato montaggio dei mobili. Questo manuale sulla sicurezza in cucina è rivolto sia all’installatore, sia all’utente finale e contiene consigli utili per evitare il verificarsi di incidenti anche gravi all’interno delle nostre case.

Sicurezza bambini

Ασφάλεια για τα παιδιά

A - All’interno del canale attrezzato, la presa di corrente può essere utilizzata per alimentare gli elettrodomestici della cucina. Risulta molto comoda per il forno in quanto l’alimentazione può essere bloccata dall’interruttore bipolare, evitando l’accidentale accensione da parte dei bambini.
B - I detersivi vengono solitamente posizionati nel sottolavello, zona facilmente raggiungibile dai bambini. È quindi opportuno prevedere un contenitore provvisto di serratura di sicurezza.
C - Le pentole e i fornelli sono oggetti di grande attrazione per i bambini. Per evitare che si scottino è necessario posizionare una griglia di protezione in prossimità del piano cottura.
D - Può capitare che i bambini si arrampichino su maniglie e cestoni estraibili, attratti da qualche oggetto posto sul piano di lavoro. Se la cucina è sospesa, essa deve essere provvista di un sicuro sistema di fissaggio alla parete.

Ασφάλεια για τα παιδιά

E - È preferibile scegliere forni di ultima generazione "a porta fredda" e ventilazione tangenziale, che garantiscono un efficace isolamento termico. Questi forni anche durante la cottura dei cibi mantengano la porta fredda evitando così anche gravi scottature.
F - Le colonne devono avere dei sistemi di aggancio al muro collaudati per evitare che un bambino giocando, possa rovesciarsi la colonna addosso.
G - È opportuno far inserire nei cassetti e nei cestoni dei dispositivi (ganci o magneti) che impediscano ai bambini di aprirli. In questo modo si evita che si facciano male nel momento in cui vengono richiusi. Inoltre viene loro impedito di raggiungere gli oggetti posti all’interno (detersivi, coltelli...).
H - Nel caso un bambino salga su cestoni estraibili o nel caso vengano aperti tutti i cestoni della cucina ad isola, è probabile che essa si rovesci. Per evitare ciò, è necessario fissare le basi dotate di cassetti e cestoni al pavimento tramite squadrette antiribaltamento.

Ασφάλεια για τα παιδιά

I - Il piano cottura deve essere provvisto di valvola di sicurezza che impedisce la fuoriuscita di gas se non avviene l’accensione della fiammma oppure ne interrompe l’erogazione quando la fiamma accidentalmente si spegne.
L - Se ante o cassetti non hanno maniglie per l’apertura, ma un semplice foro, è opportuno controllare che non sia troppo stretto. In questo caso un bambini potrebbe infilare il dito e, muovendosi, potrebbe causarsi una frattura.
M - Tutti i vetri utilizzati in cucina (ripiani, antine...) devono essere temprati, per resistere maggiormente agli urti o ad altre sollecitazioni.
N - Prevedere un interruttore generale non raggiungibile dai bambini per interrompere l’erogazione di corrente al forno. Le manopole del forno attirano l’attenzione dei bambini che, giocando, potrebbero accenderlo con molta facilità.

Ασφάλεια για τα παιδιά

O - È preferibile prevedere i fornelli vicino al lavello per evitare lunghi tragitti con pentole bollenti, che possono diventare pericolose soprattutto se si hanno vicino dei bambini.
P - Verificare che le attaccaglie dei pensili siano state collaudate per resistere anche a pesi abbondanti e che siano regolabili in altezza ed in profondità.
Q - Nelle cucine moderne in genere vengono utilizzati elementi con spigoli acuminati che possono diventare molto pericolosi per i bambini. È preferibile quindi scegliere una cucina che abbia ante, maniglie e pomoli con spigoli arrotondati.
R - Meglio non posizionare il piano cottura vicino ad una finestra perchè l’aria che entra potrebbe spegnere la fiamma ed eventuali tende mosse da un bambino potrebbero incendiarsi.

Controllo delle emissioni tossiche

La formaldeide
I pannelli in truciolare contengono colla ureica, sostanza che per anni e in modo continuo emette formaldeide. La formaldeide è riconosciuta come sostanza cancerogena: l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro l’ha classificata come agente chimico “cancerogeno per l’uomo”. A differenza di quanto avviene in Germania e in Giappone, in Italia non esistono leggi che ne normalizzino l’emissione dai mobili. I fusti in truciolare Valcucine rispettano in maniera rigorosa i valori limite stabiliti dalla più severa normativa al mondo: quella giapponese F ****.

La radioattività artificiale
Disastri nucleari come Cernobyl hanno provocato una radioattività artificiale che è stata assorbita dalle piante (e quindi dal legno) e poi rilasciata nell’ambiente anche a distanza di molto tempo. Dato che l’entità di questa presenza tossica varia in base alla provenienza del legno, Valcucine esegue analisi a campione per accertarsi che il legno utilizzato nelle sue cucine non provenga da zone gravemente inquinate da Cernobyl.

Le vernici sintetiche
I mobili trattati con vernici sintetiche emettono sostanze volatili tossiche all’interno delle nostre case, anche molto tempo dopo che sono stati acquistati. Valcucine ha analizzato l’inquinamento provocato da tali sostanze con analisi specifiche. Per limitare drasticamente l’emissione delle sostanze tossiche emanate dai solventi sintetici, Valcucine ha messo a punto un ciclo di verniciatura all’acqua. Ha poi realizzato una finitura superficiale a base di olii e cere naturali.

Verniciatura all'acqua
Uno dei più gravi problemi di inquinamento della produzione di mobili è l'evaporazione dei solventi sintetici contenuti nelle vernici. Un mobilificio di medie dimensioni immette nell'aria ogni giorno tonnellate di solventi potenzialmente cancerogeni, inquinando l'ambiente di lavoro e le aree limitrofe al sito. Questi solventi continuano una micro evaporazione anche dopo lungo tempo per cui anche l'ambiente dove viene ubicato il mobile subisce tale inquinamento. A tutto vantaggio dell'acquirente finale, dei lavoratori del settore del mobile e dei paesi limitrofi alle fabbriche, Valcucine, dopo anni di prove e di continua ricerca ha adottato, per i masselli e per le ante e pannelli impiallacciati, un ciclo di verniciatura all'acqua che riduce drasticamente la presenza di solventi sintetici ed elimina del tutto quelli aromatici considerati fortemente cancerogeni. Valcucine con la sua grande capacità di innovazione ha continuamente aperto nuove strade che sono state sempre imitate dai concorrenti determinando in noi un certo disappunto. In questa occasione invece ci auguriamo di venire imitati poichè siamo consapevoli che in questo modo otterremo un grande risultato a favore dell'ambiente e della salute dell'uomo.

Muffa in Cucina

Come si può evitare la formazione di muffa sugli angoli?

Μούχλα στην κουζίνα

A - La cucina è l’ambiente in cui l’umidità relativa è spesso molto alta e in corrispondenza del solaio, se non si è provveduto in fase di costr [removed][removed]uzione ad eliminare il ponte termico, si possono determinare problemi dovuti alla condensa, con relativa formazione di muffa.
B - In commercio esistono delle particolari pitture isolanti che evitano l’abbassamento della temperatura dovuto al ponte termico in corrispondenza del solaio e quindi impediscono la formazione della muffa.
C - La soluzione ottimale è quella di inserire in fase di costruzione un buon isolamento termico esterno in corrispondenza del solaio, che elimini completamente il ponte termico con tutti i suoi effetti negativi.