Manutenzione | Gruppo Cucine Salta al contenuto principale

Manutenzione

Per mantenere bella la tua cucina

In queste pagine trovate dei consigli utili per conservare al meglio nel tempo il vostro arredo Gruppo Cucine.


Manutenzione e pulizia ante cucina

Συντήρηση πόρτας

ANTE IN LAMINATO

Cosa dovreste fare
Per la pulizia delle ante in laminato, è sufficiente utilizzare panni morbidi leggermente inumiditi con prodotti per vetri.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare prodotti aggressivi, polveri abrasive, prodotti anticalcarei a base acida o candeggina pura, perché potrebbero rovinare la finitura.
Non utilizzare prodotti a base di cera o siliconi in quanto la loro applicazione potrebbe formare degli aloni di diversa lucidità.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina (ipoclorito di sodio). Per la loro pulizia vedere le relative istruzioni.

ANTE IN LAMINATO ALLUMINIO E FINITURE ACCIAIO

Le ante laccate, data la loro finitura, richiedono una manutenzione particolarmente attenta onde evitare il danneggiamento della superficie.Per la pulizia utilizzare panni morbidi non abrasivi.

Cosa dovreste fare
Le ante in laminato alluminio richiedono una maggiore attenzione, poiché protette da una vernice speciale che non deve assolutamente essere scalfita.
Per rimuovere lo sporco più difficile si possono utilizzare prodotti per vetri a base alcolica, a base alcalina o di ammoniaca.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare prodotti aggressivi, polveri abrasive, prodotti anticalcarei a base acida o a base alcalina o candeggina, perché potrebbero rovinare la vernice di protezione.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina (ipoclorito di sodio). Per la loro pulizia vedere le relative istruzioni.

ANTE IN VETRO E VETRO PELLICOLA

Cosa dovreste fare
Il vetro è temprato, questo significa che è stato sottoposto ad un processo che fa sì che diventi resistente fino a 5 volte più del vetro tradizionale e, in caso di rottura, il vetro si rompa in minuscoli pezzi non taglienti.
Il vetro ha una elevatissima resistenza alla macchia ed al calcare (facilmente rimuovibile con del Viakal) soprattutto se il vetro è lucido.
Per rimuovere lo sporco è possibile utilizzare prodotti per vetro o detergenti comuni.

Cosa NON dovreste fare
Scorrimento di materiali metallici sulla superficie acidata lascia segni dovuti in parte al rilascio di metallo sulle microcavità del vetro, sia a rottura delle microasperità creatasi con l'acidatura; il fenomeno è limitatissimo sul vetro liscio; tener presente la regola che il vetro viene inciso da materiali più duri di esso (diamante e pietre dure, ceramica, piastrelle, piatti, cristallo).

ANTE LACCATE E ALTRI ELEMENTI LACCATI

Cosa dovreste fare
Le ante laccate, data la loro finitura, richiedono una manutenzione particolarmente attenta onde evitare il danneggiamento della superficie.
Per la pulizia utilizzare panni morbidi non abrasivi.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare prodotti contenenti solventi, acetone oppure contenenti abrasivi, poiché potrebbero scalfire la finitura superficiale delle ante.
Non utilizzare prodotti a base di cera, alcool o siliconi, in quanto la loro applicazione può formare degli aloni di diversa lucidità.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina (ipoclorito di sodio). Per la loro pulizia vedere le relative istruzioni.

 

Manutenzione e pulizia piani cucina

Συντήρηση επιφανειών εργασίας

PIANI IN CRISTALITE

Cosa dovreste fare
Per la pulizia dei piani in Cristalite è sufficiente utilizzare acqua e saponi detergenti neutri.
Vicino al lavello e in presenza di acqua molto dura si possono formare delle macchie di calcare.
Per eliminarle è sufficiente passare con una spugna imbevuta di aceto o di un prodotto anticalcare, quindi sciacquare e asciugare.
Per l'eventuale pulizia del profilo in alluminio applicato al piano è da utilizzare esclusivamente prodotti liquidi neutri e non abrasivi.

Cosa NON dovreste fare
I piani di lavoro Cristalite pur rispettando rigorose normative, non sono adatti per essere utilizzati come superficie da taglio, è pertanto consigliato utilizzare dei taglieri in legno o di polietilene, è indispensabile l'utilizzo di un sottopentola prima di appoggiare tegami, caffettiere bollenti.
Non utilizzare prodotti o polveri abrasive, o acidi, potrebbero intaccare la lucentezza del piano.

PIANI IN LAMINATO

Cosa dovreste fare
Per la pulizia dei piani in laminato in genere è sufficiente utilizzare alcool o detersivi liquidi neutri.
Vicino al lavello e in presenza di acqua molto "dura" si possono formare delle macchie di calcare. Per eliminarle è sufficiente passare con una spugna imbevuta di aceto o di un prodotto anticalcare, quindi sciaquare e asciugare.
Per l'eventuale pulizia del profilo in alluminio applicato al piano sono da utilizzare esclusivamente prodotti liquidi neutri e non abrasivi.

Cosa NON dovreste fare
Nonostante i nostri piani siano del tipo ad alta pressione (HPL) e rispondono alla severa normativa EN 438 è opportuno osservare alcune precauzioni.
Non utilizzare acidi, prodotti o polveri abrasive che potrebbero intaccare la lucentezza del piano.
Non appoggiate sul piano di lavoro pentole appena tolte dal fuoco, in particolare pentole contenenti olio bollente, pentole a pressione o caffettiere.
I piani in laminato, nonostante l'alta resistenza all'abrasione, non sono adatti ad essere utilizzati come superfici da taglio, è pertanto consigliato utilizzare dei taglieri in legno o polietilene.
Non lasciare a contatto con il piano prodotti specifici anticalcarei per lungo tempo, potrebbero formarsi degli aloni.
Non utilizzare il piano di lavoro come supporto per stirare.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina (ipoclorito di sodio). Per la loro pulizia vedere le relative istruzioni.

PIANI IN LEGNO

Cosa dovreste fare
Il legno è un materiale vivo protetto superficialmente da un leggero velo di vernice ad olio.
Per la sua pulizia è bene utilizzare un panno umido ben strizzato.
Il piano va pulito nel senso delle venature, in modo da togliere più efficacemente lo sporco dai pori, e asciugato con cura alla fine della pulizia.
Si raccomanda sempre l'uso di panni morbidi non abrasivi.

Cosa NON dovreste fare
È opportuno che i piani in legno non siano mai uniti ai lavelli o ai piani di cottura. Se accostati ad alcuni di questi elettrodomestici si dovrà creare una barriera di isolamento per impedire le infiltrazioni d'acqua o il surriscaldamento (vedi pag.30)
Non utilizzare prodotti abrasivi che potrebbero rigare la superficie.
Non utilizzare prodotti a base di cera o siliconi in quanto la loro applicazione potrebbe formare degli aloni di diversa lucidità.
Non utilizzare un panno troppo bagnato.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina (ipoclorito di sodio). Per la loro pulizia vedere le relative istruzioni.
Non utilizzate il piano di lavoro come supporto per stirare.

PIANI IN MARMO E IN GRANITO

Cosa dovreste fare
Tutti i nostri piani sono trattati con un prodotto antimacchia al momento della loro produzione.
È consigliabile ripetere costantemente il trattamento con il prodotto in dotazione o con uno avente uguali caratteristiche.
Come eseguire il trattamento:
Pulire il piano con un panno umido e asciugarlo bene. Passare con uno straccio asciutto l'impermeabilizzante antimacchia su tutta la superficie del piano. Lasciare asciugare bene, quindi strofinare il piano con un panno asciutto.
Per una pulizia ordinaria si utilizzi dell'acqua e del detersivo neutro, oppure prodotti per vetri a base alcolica o di ammoniaca.

Cosa NON dovreste fare
Bisogna evitare di pulire i piani con prodotti abrasivi e aggressivi, pagliette metalliche e detersivi acidi.

ATTENZIONE: il trattamento antimacchia non preserva il marmo dalla corrosione acida, pertanto, in presenza di piano in marmo, non si devono lasciare a contatto sostanze acide quali: limone, aceto, vino ecc. Il piano in granito ha invece una buona resistenza agli acidi e può essere quindi usato con minore accortezza.
Sostanze fortemente colorate come caffè, carne cruda, o alcune verdure non vanno lasciate per lungo tempo a contatto con il piano perché potrebbero produrre delle macchie.

PIANI, SCHIENALI E LAVELLI IN ACCIAIO INOX

Cosa dovreste fare
Piani e schienali: possono essere soggetti a vari tipi di sporco. Per pulirli si possono utilizzare prodotti specifici per il calcare in prossimità del lavello e prodotti a base alcolica, a base di ammoniaca o prodotti specifici per gli acciai per togliere macchie di ogni genere.
Lavelli: per togliere le macchie di calcare si possono utilizzare prodotti specifici anticalcare.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare polveri o prodotti abrasivi, perché righerebbero le superfici. Non utilizzare pagliette o spugnette metalliche.

ATTENZIONE: non riporre sotto il lavello o in prossimità di parti in acciaio, flaconi aperti di prodotti chimici (acido muriatico, prodotti per sturare i lavandini) in quanto le esalazioni possono corrodere l'acciaio inox.
Non mettere in contatto i prodotti specifici per l'acciaio con l'eventuale piano in laminato perché potrebbero danneggiarlo.

Manutenzione e pulizia elementi in alluminio

Συντήρηση στοιχείων αλουμινίου

PROFILI ED ALTRI ELEMENTI IN ALLUMINIO

Cosa dovreste fare
Per la pulizia di elementi in alluminio utilizzare acqua e detersivi a base alcolica o prodotti detergenti neutri.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare polveri o prodotti abrasivi, perché righerebbero le superfici. Non utilizzare pagliette o spugnette metalliche.

ATTENZIONE: non pulire i profili in alluminio con candeggina o con prodotti contenenti candeggina (ipoclorito di sodio) perché potrebbero intaccare la finitura anodica superficiale dell'elemento macchiandolo.

Pulizia inserti top e taglieri

Συντήρηση σανίδων κοπής και πρόσθετοι πάγκοι εργασίας

INSERTI TOP E TAGLIERI IN LEGNO GREZZO NON VERNICIATO

Cosa dovreste fare
Il tagliere in legno grezzo può essere usato come piano di taglio o per impastare, in quanto non ha subito alcun trattamento chimico; naturalmente se verrà utilizzato come superficie da taglio andrà prevista una certa usura del legno che assumerà un caratteristico aspetto "vissuto".La pulizia va eseguita utilizzando un panno umido ben strizzato e asciugando successivamente il piano.
Per un ripristino maggiore della superficie, il piano può essere levigato con della carta vetrata per legno con grana 160.

Cosa NON dovreste fare
Non immergere il tagliere nell'acqua, non bagnarlo troppo durante la pulizia e non esporlo ai raggi solari o a fonti di calore.

ATTENZIONE: nella preparazione di alcuni alimenti fortemente colorati quali carne cruda, alcune verdure come le carote, a contatto con il legno grezzo possono produrre delle macchie particolarmente tenaci.

 

Manutenzione e pulizia lavelli cucina

Συντήρηση νεροχύτη

LAVELLI IN RESINA

Cosa dovreste fare
Per mantenere pulito il lavello in resina si possono utilizzare detergenti leggeri e acqua tiepida, strofinando la superficie con un panno morbido.
Per eliminare eventuali macchie è sufficiente un panno imbevuto d'alcool oppure di candeggina diluita.Per le macchie di calcare a ridosso del lavello si possono utilizzare prodotti specifici anticalcare avendo cura di risciacquare immediatamente. In genere tutti i prodotti in resina distribuiti da Valcucine, sono corredati di scheda di garanzia e manuale per la pulizia, al quale è da attenersi scrupolosamente.

Cosa NON dovreste fare
Sostanze fortemente alcaline come l'ammoniaca o la soda caustica non dovrebbero essere lasciate depositare nelle vasche del lavello.
Non devono essere utilizzati soda caustica calda o prodotti similari per sturare lo scarico del lavello.
Non utilizzare polveri o prodotti abrasivi, perché righerebbero le superfici.
Non utilizzare pagliette o spugnette metalliche.

Manutenzione e pulizia cappa cucina

Συντήρηση απορροφητήρων

CAPPA ASPIRANTE

Cosa dovreste fare
Dopo aver posto i tegami sui fuochi, accendere subito la cappa, si eviterà così il surriscaldamento del motore e se ne aumenterà l'efficacia contro odori e vapori.
I filtri, in alluminio anodizzato, montati su tutte le cappe con il marchio Valcucine, sono pratici e sicuri; si possono lavare con normali detersivi e riutilizzare.
Per mantenerne l'efficienza, il lavaggio va effettuato almeno una volta ogni tre mesi.
Il frontale esterno (in alluminio, acciaio inox) va pulito con un panno morbido imbevuto di detersivo liquido neutro, passando con un movimento orizzontale.

Cosa NON dovreste fare
Non lasciare mai fuochi accesi liberi a cappa spenta.
Per pulire il frontale non utilizzare mai detersivi a base acida "anticalcarei" o a base caustica, come prodotti per forni, pavimenti, lavastoviglie o sanitari.
Non usare, inoltre, prodotti abrasivi, pagliette o simili che graffiano la superficie.

Manutenzione e pulizia piani cottura

Συντήρηση εστιών

PIANO COTTURA IN ACCIAIO INOX

Cosa dovreste fare
Per lo sporco normale sono sufficienti acqua e detersivi comuni, quindi sciacquare bene con acqua calda ed asciugare con un panno morbido.
Eventuali macchie di unto si possono togliere con prodotti a base alcolica o di ammoniaca o con prodotti specifici per la pulizia dei piani cottura.
Eventuali piastre elettriche vanno pulite con un panno imbevuto di detergente non aggressivo e successivamente asciugate.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare polveri o prodotti abrasivi, perché righerebbero le superfici.
Non utilizzare pagliette, spugnette metalliche, spazzole in acciaio o coltelli.

ATTENZIONE: non riporre in prossimità di parti in acciaio, flaconi aperti di prodotti chimici (acido muriatico, prodotti per sturare i lavandini), in quanto le esalazioni possono corrodere l'acciaio inox.
Non mettere a contatto i prodotti specifici per l'acciaio con l'eventuale piano in laminato, perché potrebbero danneggiarlo.

ATTENZIONE: le pentole non devono mai sporgere dal piano di cottura per evitare che il piano stesso SI SURRISCALDI E SI DANNEGGINO LE FINITURE.
In merito alle dimensioni ideali delle pentole, attenersi alle indicazioni riportate sul materiale informativo fornito con l'elettrodomestico.

Manutenzione e pulizia forno cucina

Συντήρηση φούρνου

FORNO

Cosa dovreste fare
Staccare il forno dalla rete di alimentazione.
Se il forno è privo di pannelli autopulenti, va pulito immediatamente dopo l'uso, quando le pareti sono ancora tiepide. L'operazione va eseguita passando una spugna imbevuta d'acqua tiepida e detersivo neutro.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare polveri o prodotti abrasivi, perché righerebbero le superfici.
Non utilizzare pagliette o spugnette metalliche.
Gli spray, da usare con moderazione, vanno adoperati solo sulle superfici smaltate e non sulle resistenze elettriche, la ventola per l'aria e i pannelli autopulenti.

Pulizia frigorifero e congelatore

Συντήρηση ψυγείου και καταψύκτη

FRIGORIFERO E CONGELATORE

Cosa dovreste fare
Per pulire l'interno usare solo detergenti neutri.
Per togliere eventuali odori passare con uno straccio inumidito con aceto.
Congelatori e scomparti vanno sbrinati regolarmente per mantenerne alto il rendimento; per togliere lo strato di ghiaccio utilizzare esclusivamente l'apposito raschietto di plastica fornito con l'apparecchiatura.
Nei frigoriferi con sbrinamento automatico mantenere regolarmente pulita l'apertura dello sgocciolatoio.

Cosa NON dovreste fare
Non utilizzare detergenti aggressivi o abrasivi, né oggetti in metallo o appuntiti per togliere lo strato di ghiaccio, in quanto potrebbero danneggiare le piastre evaporatrici.

ATTENZIONE: l'eventuale occlusione del foro di scarico provocherebbe il trabocco di liquidi nell'apparecchiatura.

Manutenzione e pulizia della lavastoviglie

Συντήρηση πλυντηρίου πιάτων

LAVASTOVIGLIE

Cosa dovreste fare
Per un corretto funzionamento della lavastoviglie pulire regolarmente i filtri e controllare il livello di sale e brillantante, le cui quantità ottimali sono indicate nel libretto di istruzioni.
Usare solo detersivi specifici per lavastoviglie e nella quantità minima consigliata.
Mantenere pulita la guarnizione del portello per garantire la chiusura ermetica dell'elettrodomestico; eventuali fuoriuscite di vapore potrebbero danneggiare i mobili laterali.
Qualora venissero rilevate queste anomalie, contattare l'installatore per un controllo della lavastoviglie.

Cosa NON dovreste fare
Non adoperare quantità eccessive di detersivo che non garantiscono una migliore pulizia, ma causano "solo" un maggior inquinamento delle acque.

ATTENZIONE: il detersivo per lavastoviglie è fortemente caustico, perciò va tenuto rigorosamente fuori dalla portata dei bambini.